STUDI BIBLICI

ANGELI

HOME PAGE
Abortion
Angels
Apostles
Authority
Bible Studies Desk
Bitterness
Blockbuster
Correction
Darkness
Deny Self
Do God’s Work
Drinking, Drugs, And Swearing
Earth And The Universe
Fear God
God’s Covenant With Abraham
Gossip
Honesty
Idols
Love Of God
Marriage
Narrow Way
Parables—Why?
Persecutions To Death
Persecutions, Temptations
Sacrifice—What It Means
Sin—What Is It? Pt 1 & 2
Sin—General Information Pt 3
Sin And The Law Pt 4
Sin—Degrees Of Sin Pt 5
Sin List Pt 6
Smoking
Sufferings
Sunglasses
Talebearers
Tithing
Unsaved Look Like Saved
Voice Of Satan
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

1- QUASI TUTTE LE SCRITTURE DEL NUOVO TESTAMENTO CHE USANO LA PAROLA ANGELO
2-QUASI TUTTE LE SCRITTURE DEL NUOVO TESTAMENTO CHE USANO LE PAROLE ANGELI
3-QUASI TUTTE LE SCRITTURE DELL’ANTICO TESTAMENTO CHE USANO LA PAROLA ANGELO
4-QUASI TUTTE LE SCRITTURE DELL’ANTICO TESTAMENTO CHE USANO LE PAROLE ANGELI

    Questo non è uno studio Biblico sul soggetto ANGELI. Piuttosto è una lista di quasi tutti i versetti della Bibbia che contengono la parola angelo o ANGELI.  Da questi, una persona può iniziare da solo degli studi su questo soggetto.  La parola angelo o ANGELI appare qui più o meno 309 volte.

1-QUASI TUTTE LE SCRITTURE DEL NOUVO TESTAMENTO CHE USANO LA PAROLA ANGELO

   Mt 1:20-MA MENTRE AVEVA QUESTE COSE NELL’ANIMO, UN ANGELO DEL SIGNORE GLI APPARVE IN SOGNO, DICENDO: GIUSEPPE, FIGLIO DI DAVIDE, NON TEMERE DI PRENDERE CON TE MARIA, TUA MOGLIE, PERCHè CIO’ CHE IN LEI è GENERATO, VIENE DALLO SPIRITO SANTO.Mt 2:13-DOPO CHE FURONO PARTITI, UN ANGELO DEL SIGNORE APPARVE IN SOGNO A GIUSEPPE E GLI DISSE: ALZATI, PRENDI IL BAMBINO E SUA MADRE, FUGGI IN EGITTO E RESTACI FINCHè IO NON TE LO DICO, PERCHè ERODE STA PER CERCARE IL BAMBINO PER FARLO MORIRE.
Mt 2:19-DOPO LA MORTE DI ERODE, UN ANGELO DEL SIGNORE APPARVE IN SOGNO A GIUSEPPE, IN EGITTO,
Mt 28:2-7-ED ECCO SI FECE UN GRAN TERREMOTO, PERCHE’ UN ANGELO DEL SIGNORE, SCESO DAL CIELO, SI ACCOSTO’, ROTOLO’ LA PIETRA E VI SEDETTE SOPRA. IL SUO ASPETTO ERA COME DI FOLGORE E LA SUA VESTE BIANCA COME NEVE. E, PER LO SPAVENTO CHE NE EBBERO, LE GUARDIE TREMARONO E RIMASERO COME MORTE. MA L’ANGELO SI RIVOLSE ALLE DONNE E DISSE: VOI, NON TEMETE, PERCHE’ IO SO CHE CERCATE GESU’, CHE E’ STATO CROCIFISSO. EGLI NON E’ QUI, PERCHE’ E’ RISUSCITATO COME AVEVA DETTO, VENITE A VEDERE IL LUOGO DOVE GIACEVA. E ANDATE PRESTO A DIRE AI SUOI DISCEPOLI: EGLI E’ RISUSCITATO DAI MORTI, ED ECCO, VI PRECEDE IN GALILEA, LA’ LO VEDRETE. ECCO, VE L’HO DETTO.

  
Lu 1:11-20-E GLI APPARVE UN ANGELO DEL SIGNORE, IN PIEDI ALLA DESTRA DELL’ALTARE DEI PROFUMI.  ZACCARIA LO VIDE E FU TURBATO E PRESO DA SPAVENTO.  MA L’ANGELO GLI DISSE:  NON TEMERE, ZACCARIA, PERCHE’ LA TUA PREGHIERA E’ STATA ESAUDITA;  TUA MOGLIE ELISABETTA TI PARTORIRA’ UN FIGLIO, E GLI PORRAI NOME GIOVANNI.  TU NE AVRAI GIOIA ED ESULTANZA, E MOLTI SI RALEGRERANNO PER LA SUA NASCITA.  PERCHE’ SARA’ GRANDE DAVANTI AL SIGNORE.  NON BERRA’ NE’ VINO NE’ BEVANDE ALCOLICHE, E SARA’ PIENO DI SPIRITO SANTO FIN DAL GREMBO DI SUA MADRE; CONVERTIRA’ MOLTI DEI FIGLI D’ISRAELE AL SIGNORE, LORO DIO;  ANDRA’ DAVANTI A LUI CON LO SPIRITO E LA POTENZA DI ELIA, PER VOLGERE I CUORI DEI PADRI AI FIGLI E I RIBELLI ALLA SAGGEZZA DEI GIUSTI, PER PREPARARE AL SIGNORE UN POPOLO BEN DISPOSTO.  E ZACCARIA DISSE ALL’ANGELO:  DA CHE COSA CONOSCERO’ QUESTO?  PERCHE’ IO SONO VECCHIO E MIA MOGLIE E’ IN ETA’ AVANZATA.  L’ANGELO GLI RISPOSE:  IO SON GABRIELE CHE STO DAVANTI A DIO;  E SONO STATO MANDATO A PARLARTI E ANNUNZIARTI QUESTE LIETE NOTIZIE. ECCO, TU SARAI MUTO, E NON POTRAI PARLARE FINO AL GIORNO CHE QUESTE COSE AVVERRANNO, PERCHE’ NON HAI CREDUTO ALLE MIE PAROLE CHE SI ADEMPIRANNO A LORO TEMPO.
Lu 1:26-37-AL SESTO MESE, L’ANGELO GABRIELE FU MANDATO DA DIO IN UNA CITTA’ DI GALILEA, CHIAMATA NAZARET, A UNA VERGINE FIDANZATA A UN UOMO CHIAMATO GIUSEPPE, DELLA CASA DI DAVIDE;  E IL NOME DELLA VERGINE ERA MARIA.  L’ANGELO, ENTRATO DA LEI, DISSE:  TI SALUTO, O FAVORITA DALLA GRAZIA, IL SIGNORE E’ CON TE.  ELLA FU TURBATA A QUESTE PAROLE, E SI DOMANDAVA CHE COSA VOLESSE DIRE UN TALE SALUTO.  L’ANGELO LE DISSE:  NON TEMERE, MARIA, PERCHE’ HAI TROVATO GRAZIA PRESSO DIO.  ECCO, TU CONCEPIRAI E PARTORIRAI UN FIGLIO, E GLI PORRAI NOME GESU’.  QUESTI SARA’ GRANDE E SARA’ CHIAMATO FIGLIO DELL’ALTISSIMO, E IL SIGNORE DIO GLI DARA’ IL TRONO DI DAVIDE, SUO PADRE.  EGLI REGNERA’ SULLA CASA DI GIACOBBE IN ETERNO, E IL SUO REGNO NON AVRA’ MAI FINE.  MARIA DISSE ALL’ANGELO:  COME AVVERRA’ QUESTO, DAL MOMENTO CHE NON CONOSCO UOMO?  L’ANGELO LE RISPOSE:  LO SPIRITO SANTO VERRA’ SU DI TE E LA POTENZA DELL’ALTISSIMO TI COPRIRA’ DELL’OMBRA SUA, PERCIO’, ANCHE COLUI CHE NASCERA’ SARA’ CHIAMATO SANTO, FIGLIO DI DIO.  ECCO, ELISABETTA, TUA PARENTE, HA CONCEPITO ANCHE LEI UN FIGLIO NELLA SUA VECCHIAIA;  E QUESTO E’ IL SESTO MESE, PER LEI, CHE ERA CHIAMATA STERILE, POICHE’ NESSUNA PAROLA DI DIO RIMARRA’ INEFFICACE.
Lu 2:9-12-E UN ANGELO DEL SIGNORE SI PRESENTO’ A LORO E LA GLORIA DEL SIGNORE RISPLENDE’ IN TORNO A LORO, E FURONO PRESI DA GRAN TIMORE.  L’ANGELO DISSE LORO:  NON TEMETE, PERCHE’ IO VI PORTO LA BUONA NOTIZIA DI UNA GRANDE GIOIA CHE TUTTO IL POPOLO AVRA’:  OGGI, NELLA CITTA’ DI DAVIDE, E’ NATO PER VOI UN SALVATORE, CHE E’ IL CRISTO, IL SIGNORE.  E QUESTO VI SERVIRA’ DI SEGNO:  TROVERETE UN BAMBINO AVVOLTO IN FASCE E CORICATO IN UNA MANGIATOIA!
Lu 22:42-44-PADRE, SE VUOI, ALLONTANA DA ME QUESTO CALICE!  PERO’ NON LA MIA VOLONTA’, MA LA TUA SIA FATTA.  ALLORA GLI APPARVE UN ANGELO DAL CIELO PER RAFFORZARLO.  ED ESSENDO IN AGONIA, EGLI PREGAVA ANCOR PIU’ INTENSAMENTE;  E IL SUO SUDORE DIVENTO’ COME GROSSE GOCCE DI SANGUE CHE CADEVANO IN TERRA.
Gv 5:2-4-OR A GERUSALEMME, PRESSO LA PORTA DELLE PECORE, C’E’ UNA VASCA, CHIAMATA IN EBRAICO BETESDA, CHE HA CINQUE PORTICI.  SOTTO QUESTI PORTICI GIACEVA UN GRAN NUMERO D’INFERMI, DI CIECHI, DI ZOPPI, DI PARALITICI, I QUALI ASPETTAVANO L’AGITARSI DELL’ACQUA, PERCHE’ UN ANGELOSCENDEVA NELLA VASCA E METTEVA L’ACQUA IN MOVIMENTO, E IL PRIMO CHE VI SCENDEVA DOPO CHE L’ACQUA ERA STATA AGITATA ERA GUARITO DI QUALUNQUE MALATTIA FOSSE COLPITO.
At 5:17-20-IL SOMMO SACERDOTE E TUTTI QUELLI CHE ERANO CON LUI, CIOE’ LA SETTA DEI SADDUCEI, SI ALZARONO, PIENI DI INVIDIA, E MISERO LE MANI SOPRA GLI APOSTOLI E LI GETTARONO NELLA PRIGIONE PUBBLICA.  MA UN ANGELO DEL SIGNORE, NELLA NOTTE, APRI LE PORTE DELLA PRIGIONE E, CONDOTTILI FUORI, DISSE:  ANDATE, PRESENTATEVI NEL TEMPIO E ANNUNZIATE AL POPOLO TUTTE LE PAROLE DI QUESTA VITA.
At 7:30-33-TRASCORSI QUARANT’ANNI, UN ANGELO GLI APPARVE NEL DESERTO DEL MONTE SINAI, NELLE FIAMMA DI UN PRUNO ARDENTE.  MOSE’ GUARDO’ E RIMASE STUPITO DI QUESTA VISIONE; E, COME SI AVVICINAVA PER OSSERVARE MEGLIO, SI UDI’ LA VOCE DEL SIGNORE:  IO SONO IL DIO DEI TUOI PADRI, IL DIO DI ABRAAMO, DI ISACCO E DI GIACOBBE.  MOSE’, TUTTO TREMANTE, NON OSAVA GUARDARE.  IL SIGNORE GLI DISSE:  TOGLITI I CALZARI DAI PIEDI, PERCHE’ IL LUOGO DOVE STAI E’ SUOLO SACRO.
At 7:35-QUESTO MOSE’ CHE AVEVANO RINNEGATO DICENDO:  CHI TI HA COSTITUITO CAPO E GIUDICE?, PROPRIO LUI DIO MANDO’ LORO COME CAPO E LIBERATORE CON L’AIUTO DELL’ANGELO CHE GLI ERA APPARSO NEL PRUNO.
At 8:26-UN ANGELO DEL SIGNORE PARLO’ A FILIPPO COSI’:  ALZATI, E VA’ VERSO MEZZOGIORNO, SULLA VIA CHE DA GERUSALEMME SCENDE A GAZA.  ESSA E’ UNA STRADA DESERTA.
At 10:1-6-VI ERA IN CESAREA UN UOMO DI NOME CORNELIO, CENTURIONE DELLA COORTE DETTA “ITALICA”.  QUEST’UOMO ERA PIO E TIMORATO DI DIO CON TUTTA LA SUA FAMIGLIA, FACEVA MOLTE ELEMOSINE AL POPOLO E PREGAVA DIO ASSIDUAMENTE.  EGLI VIDE CHIARAMENTE IN VISIONE, VERSO L’ORA NONA DEL GIORNO, UN ANGELO DI DIO CHE ENTRO’ DA LUI E GLI DISSE:  CORNELIO!  EGLI, GUARDANDOLO FISSO E PRESO DA SPAVENTO, RISPOSE:  CHE C’E’, SIGNORE?  E L’ANGELO GLI DISSE:  LE TUE PREGHIERE E LE TUE ELEMOSINE SONO SALITE, COME UNA RICORDANZA, DAVANTI A DIO.  E ORA MANDA DEGLI UOMINI A IOPPE, E FA’ VENIRE UN CERTO SIMONE, DETTO ANCHE PIETRO.  EGLI E’ OSPITE DI UN TAL SIMONE, CONCIATORE DI PELLI, LA CUI CASA E’ VICINO AL MARE.
At 12:6-11-NELLA NOTTE CHE PRECEDEVA IL GIORNO IN CUI ERODE VOLEVA FARLO COMPARIRE, PIETRO STAVA DORMENDO IN MEZZO A DUE SOLDATI, LEGATO CON DUE CATENE, E LE SENTINELLE DAVANTI ALLA PORTA CUSTODIVANO IL CARCERE.  ED ECCO, UN ANGELO DEL SIGNORE SOPRAGGIUNSE E UNA LUCE RISPLENDETTE NELLA CELLA.  L’ANGELO, BATTENDO IL FIANCO A PIETRO, LO SVEGLIO’, DICENDO:  ALZATI, PRESTO!  E LE CATENE GLI CADDERO DALLE MANI.  L’ANGELO DISSE:  VESTITI, E METTITI I SANDALI.  E PIETRO FECE COSI.  POI GLI DISSE ANCORA:  METTITI IL MANTELLO E SEGUIMI.  ED EGLI, USCITO, LO SEGUIVA, NON SAPENDO CHE ERA REALTA’ CIO’ CHE STAVA SUCCEDENDO PER OPERA DELL’ANGELO:  CREDEVA INFATTI DI AVERE UNA VISIONE.  COM’EBBERO OLTREPASSATA LA PRIMA E LA SECONDA GUARDIA, GIUNSERO ALLA PORTA DI FERRO CHE IMMETTE IN CITTA’, LA QUALE SI APRI DA SE’ DAVANTI A LORO, USCIRONO E S’INOLTRARONO PER UNA STRADA; E, ALL’IMPROVVISO, L’ANGELO SI ALLONTANO’ DA LUI.  PIETRO, RIENTRATO IN SE’, DISSE:  ORA SO DI SICURO CHE IL SIGNORE HA MANDATO IL SUO ANGELO E MI HA LIBERATO DALLA MANO DI ERODE E DA TUTTO CIO’ CHE SI ATTENDEVA IL POPOLO DEI GIUDEI.
At 12:21-23-NEL GIORNO FISSATO, ERODE INDOSSO’ L’ABITO REGALE E SEDUTOSI SUL TRONO, TENNE LORO UN PUBBLICO DISCORSO.  E IL POPOLO ACCLAMAVA:  VOCE DI UN DIO E NON DI UN UOMO!  IN QUELL’ISTANTE UN ANGELO DEL SIGNORE LO COLPI’, PERCHE’ NON AVEVA DATO LA GLORIA A DIO, E, ROSO DAI VERMI, MORI’.
At 23:8-PERCHE’ I SADDUCEI DICONO CHE NON VI E’ RISURREZIONE, NE’ ANGELO, NE’ SPIRITO, MENTRE I FARISEI AFFERMANO L’UNA E L’ALTRA COSA.
At 27:21-25-DOPO CHE FURONO RIMASTI PER LUNGO TEMPO SENZA MANGIARE, PAOLO SI ALZO’ IN MEZZO A LORO, E DISSE:  UOMINI, BISOGNAVA DARMI ASCOLTO E NON PARTIRE DA CRETA, PER EVITARE QUESTO PERICOLO E QUESTA PERDITA.  ORA PERO’ VI ESORTO A STARE DI BUON ANIMO, PERCHE’ NON VI SARA’ PERDITA DELLA VITA PER NESSUNO DI VOI MA SOLO DELLA NAVE.  POICHE’ UN ANGELO DEL DIO, AL QUALE APPARTENGO E CHE IO SERVO, MI E’ APPARSO QUESTA NOTTE, DICENDO:  PAOLO, NON TEMERE, BISOGNA CHE TU COMPAIA DAVANTI A CESARE, ED ECCO, DIO TI HA DATO TUTTI QUELLI CHE NAVIGANO CON TE.  PERCIO’, UOMINI, STATE DI BUON ANIMO, PERCHE’ HO FEDE IN DIO CHE AVVERRA’ COME MI E’ STATO DETTO.
2 Co 11:13-15-QUEI TALI SONO FALSI APOSTOLI, OPERAI FRAUDOLENTI, CHE SI TRAVESTONO DA APOSTOLI DI CRISTO.  NON C’E’ DA MERAVIGLIARSENE, PERCHE’ ANCHE SATANA SI TRAVESTE DA ANGELO DI LUCE.  NON E’ DUNQUE COSA ECCEZIONALE SE ANCHE I SUOI SERVITORI SI TRAVESTONO DA SERVITORI DI GIUSTIZIA; LA LORO FINE SARA’ SECONDO LE LORO OPERE.
Ga 1:8-MA ANCHE SE NOI O UN ANGELO DAL CIELO VI ANNUZIASSE UN VANGELO DIVERSO DA QUELLO CHE VI ABBIAMO ANNUNZIATO, SIA ANATEMA.
Ap 1:1-RIVELAZIONE DI GESU’ CRISTO, CHE DIO GLI DIEDE PER MOSTRARE AI SUOI SERVI LE COSE CHE DEVONO AVVENIRE TRA BREVE, E CHE EGLI HA FATTO CONOSCERE MANDANDO IL SUO ANGELO AL SUO SERVO GIOVANNI.
Ap 3:14-ALL’ANGELO DELLA CHIESA DI LOADICEA SCRIVI:  QUESTE COSE DICE L’AMEN, IL TESTIMONE FEDELE E VERITIERO, IL PRINCIPIO DELLA CREAZIONE DI DIO:
Ap 5:2-E VIDI UN ANGELO POTENTE CHE GRIDAVA A GRAN VOCE:  CHI E’ DEGNO DI APRIRE IL LIBRO E DI SCIOGLIERE I SIGILLI?
Ap 7:2-3-POI VIDI UN ALTRO ANGELO CHE SALIVA DAL SOL LEVANTE, IL QUALE AVEVA IL SIGILLO DEL DIO VIVENTE, E GRIDO’ A GRAN VOCE AI QUATTRO ANGELI AI QUALI ERA STATO CONCESSO DI DANNEGIARE LA TERRA E IL MARE, DICENDO:  NON DANNEGIATE LA TERRA, NE’ IL MARE, NE’ GLI ALBERI, FINCHE’ NON ABBIAMO SEGNATO SULLA FRONTE, CON IL SIGILLO, I SERVI DEL NOSTRO DIO.
Ap 8:3-9:2-E VENNE UN ALTRO ANGELO CON UN INCENSIERE D’ORO; SI FERMO’ PRESSO L’ALTARE E GLI FURONO DATI MOLTI PROFUMI AFFINCHE’ LI OFFRISSE CON LE PREGHIERE DI TUTTI I SANTI SULL’ALTARE D’ORO POSTO DAVANTI AL TRONO.  E DALLA MANO DELL’ANGELO IL FUMO DEGLI AROMI SALI’ DAVANTI A DIO INSIEME ALLE PREGHIERE DEI SANTI.  POI L’ANGELO PRESE L’INCENSIERE, LO RIEMPI’ DEL FUOCO DELL’ALTARE E LO GETTO’ SULLA TERRA.  IMMEDIATAMENTE CI FURONO TUONI, VOCI, LAMPI E UN TERREMOTO.  I SETTE ANGELI CHE AVEVANO LE SETTE TROMBE SI PREPARARONO A SONARE.  IL PRIMO SONO’ LA TROMBA, E GRANDINE E FUOCO, MESCOLATI CON SANGUE, FURONO SCAGLIATI SULLA TERRA.  UN TERSO DELLA TERRA BRUCIO’, UN TERZO DEGLI ALBERI PURE E OGNI ERBA VERDE FU ARSA.  POI IL SECONDO ANGELO SONO’ LA TROMBA E UNA MASSA SIMILE A UNA GRANDE MONTAGNA ARDENTE FU GETTATA NEL MARE.  UN TERZO DEL MARE DIVENTO’ SANGUE, UN TERZO DELLE CREATURE VIVENTI CHE ERANO NEL MARE MORI’ E UN TERZO DELLE NAVI ANDO’ DISTRUTTO.  POI IL TERZO ANGELO SONO’ LA TROMBA E DAL CIELO CADDE UNA GRANDE STELLA, ARDENTE COME UNA TORCIA CHE PIOMBO’ SU UN TERZO DEI FIUMI E SULLE SORGENTI DELLE ACQUE.  IL NOME DELLA STELLA E’ ASSENZIO;  E UN TERZO DELLE ACQUE DIVENTO’ ASSENZIO.  MOLTI UOMINI MORIRONO A CAUSA DI QUELLE ACQUE, PERCHE’ ERANO DIVENTATE AMARE.  QUANDO IL QUARTO ANGELO SONO’ LA TROMBA, FU COLPITO UN TERZO DEL SOLE, DELLA LUNA E DELLE STELLE:  UN TERZO DELLA LORO LUCE SI SPENSE E IL CHIARORE DEL GIORNO, COME QUELLO DELLA NOTTE, DIMINUI’ DI UN TERZO.  GUARDAI, E UDII UN’ACQUILA CHE VOLAVA IN MEZZO AL CIELO E DICEVA A GRAN VOCE:  GUAI, GUAI, GUAI AGLI ABITANTI DELLA TERRA, A CAUSA DEGLI ALTRI SUONI DI TROMBA CHE TRE ANGELI STANNO PER SUONARE!  POI IL QUINTO ANGELO SONO’ LA TROMBA E IO VIDI UN ASTRO CHE ERA CADUTO DAL CIELO SULLA TERRA, E A LUI FU DATA LA CHIAVE DEL POZZO DELL’ABISSO.  EGLI APRI’ IL POZZO DELL’ABISSO E NE SALI’ UN FUMO, COME QUELLO DI UNA GRANDE FORNACE;  IL SOLE E L’ARIA FURONO OSCURATI DAL FUMO DEL POZZO.
Ap 9:13-15-POI IL SESTO ANGELO SONO’ LA TROMBA E UDII UNA VOCE DAI QUATTRO CORNI DELL’ALTARE D’ORO CHE ERA DAVANTI A DIO.  LA VOCE DICEVA AL SESTO ANGELO CHE AVEVA LA TROMBA:  SCIOGLI I QUATTRO ANGELI CHE SONO LEGATI SUL GRAN FIUME EUFRATE.  E FURONO SCIOLTI I QUATTRO ANGELI CHE ERANO STATI PREPARATI PER QUELL’ORA, QUEL GIORNO, QUEL MESE E QUELL’ANNO, PER UCCIDERE LA TERZA PARTE DEGLI UOMINI.
Ap 10:1-11-POI VIDI UN ALTRO ANGELO POTENTE CHE SCENDEVA DAL CIELO, AVVOLTO IN UNA NUBE, SOPRA IL SUO CAPO VI ERA L’ARCOBALENO, LA SUA FACCIA ERA COME IL SOLE E I SUOI PIEDI ERANO COME COLONNE DI FUOCO.  EGLI AVEVA IN MANO UN LIBRETTO APERTOE POSO’ IL SUO PIEDE DESTRO SUL MARE E IL SINISTRO SULLA TERRA, POI GRIDO’ A GRAN VOCE, COME UN LEONE RUGGENTE;  E QUAND’EBBE GRIDATO, I SETTE TUONI FECERO UDIRE LE LORO VOCI.  QUANDO I SETTE TUONI EBBERO FATTO UDIRE LE LORO VOCI, IO STAVO PER METTERMI A SCRIVERE, MA UDII UNA VOCE DEL CIELO CHE MI DISSE:  SIGILLA LE COSE CHE I SETTE TUONI HANNO DETTE, NON LE SCRIVERE.  ALLORA L’ANGELO CHE AVEVO VISTO CON UN PIEDE SUL MARE E UN PIEDE SULLA TERRA, ALZO’ LA MANO DESTRA VERSO IL CIELO E GIURO’ PER COLUI CHE VIVE NEI SECOLI DEI SECOLI, IL QUALE HA CREATO IL CIELO E LE COSE CHE SONO IN ESSO, DICENDO CHE NON CI SAREBBE STATO PIU’ INDUGIO.  MA NEI GIORNI IN CUI SI SAREBBE UDITA LA VOCE DEL SETTIMO ANGELO, QUANDO EGLI AVREBBE SONATO, SI SAREBBE COMPIUTO IL MISTERO DI DIO, COM’EGLI HA ANNUNZIATO AI SUOI SERVI, I PROFETI.  POI LA VOCE CHE AVEVO UDITA DAL CIELO MI PARLO’ DI NUOVO E DISSE:  VA’, PRENDI IL LIBRO CHE E’ APERTO IN MANO ALL’ANGELO CHE STA IN PIEDI SUL MARE E SULLA TERRA.  IO ANDAI DALL’ANGELO, DICENDOGLI DI DARMI IL LIBRETTO.  ED EGLI MI RISPOSE:  PRENDILO E DIVORALO:  ESSO SARA’ AMARO ALLE TUE VISCERE, MA IN BOCCA TI SARA’ DOLCE COME MIELE.  PRESI IL LIBRETTO DALLA MANO DELL’ANGELO E LO DIVORAI, E MI FU DOLCE IN BOCCA, COME MIELE; MA QUANDO L’EBBI MANGIATO, LE MIE VISCERE SENTIRONO AMAREZZA.  POI MI FU DETTO:  E’ NECESSARIO CHE TU PROFETIZZI ANCORA SU MOLTI POPOLI, NAZIONI, LINGUE E RE.
Ap 11:1-POI MI FU DATA UNA CANNA SIMILE A UNA VERGA;  E MI FU DETTO:  ALZATI E MISURA IL TEMPIO DI DIO E L’ALTARE E CONTA QUELLI CHE VI ADORANO.
Ap 11:15-POI IL SETTIMO ANGELO SONO’ LA TROMBA E NEL CIELO SI ALZARONO VOCI POTENTI, CHE DICEVANO:  IL REGNO DEL MONDO E’ PASSATO AL NOSTRO SIGNORE E AL SUO CRISTO ED EGLI REGNERA’ NEI SECOLI DEI SECOLI.
Ap 14:6-9-POI VIDI UN ALTRO ANGELO CHE VOLAVA IN MEZZO AL CIELO, RECANTE IL VANGELO ETERNO PER ANNUNZIARLO A QUELLI CHE ABITANO SULLA TERRA, A OGNI NAZIONE, TRIBU’, LINGUA E POPOLO.  EGLI DICEVA CON VOCE FORTE:  TEMETE DIO E DATEGLI GLORIA, PERCHE’ E’ GIUNTA L’ORA DEL SUO GIUDIZIO.  ADORATE COLUI CHE HA FATTO IL CIELO, LA TERRA, IL MARE  E LE FONTI DELLE ACQUE.  POI UN SECONDO ANGELO SEGUI’ DICENDO:  CADUTA, CADUTA E’ BABILONIA LA GRANDE, CHE HA FATTO BERE A TUTTE LE NAZIONI IL VINO DELL’IRA DELLA SUA PROSTITUZIONE.  SEGUI’ UN TERZO ANGELO, DICENDO A GRAN VOCE:  CHIUNQUE ADORA LA BESTIA E LA SUA IMMAGINE, E NE PRENDE IL MARCHIO SULLA FRONTE O SULLA MANO,
Ap 14:15-20-UN ALTRO ANGELO USCI’ DAL TEMPIO, GRIDANDO A GRAN VOCE A COLUI CHE STAVA SEDUTO SULLA NUBE:  METTI MANO ALLA TUA FALCE E MIETI;  POICHE’ E’ GIUNTA L’ORA DI MIETERE, PERCHE’ LA MèSSE DELLA TERRA E’ MATURA.  COLUI CHE ERA SEDUTO SULLA NUBE LANCIO’ LA SUA FALCE SULLA TERRA E LA TERRA FU MIETUTA.  POI DAL TEMPIO, CHE E’ NEL CIELO, USCI’ UN ALTRO ANGELO;  ANCH’EGLI AVEVA UNA FALCE AFFILATA.  E UN ALTRO ANGELO, CHE AVEVA POTERE SUL FUOCO, USCI’ DALL’ALTARE E GRIDO’ A GRAN VOCE A QUELLO CHE AVEVA LA FALCE AFFILATA:  METTI MANO ALLA TUA FALCE AFFILATA E VENDEMMIA I GRAPPOLI DELLA VIGNA DELLA TERRA, PERCHE’ LE SUE UVE SONO MATURE.  L’ANGELO LANCIO’ LA SUA FALCE SULLA TERRA E VENDEMMIO’ LA VIGNA DELLA TERRA E GETTO’ L’UVA NEL GRANDE TINO DELL’IRA DI DIO.  IL TINO FU PIGIATO FUORI DELLA CITTA’ E DAL TINO USCI’ TANTO SANGUE CHE GIUNGEVA FINO AL MORSO DEI CAVALLI, PER UNA DISTESA DI MILLESEICENTO STADI.
Ap 16:3-12-POI IL SECONDO ANGELO VERSO’ LA SUA COPPA NEL MARE, ESSO DIVENNE SANGUE SIMILE A QUELLO DI UN MORTO, E OGNI ESSERE VIVENTE CHE SI TROVAVA NEL MARE MORI’.  POI IL TERZO ANGELO VERSO LA SUA COPPA NEI FIUMI E NELLE SORGENTI, E LE ACQUE DIVENTARONO SANGUE.  UDII L’ANGELO DELLE ACQUE CHE DICEVA:  SEI GIUSTO, TU CHE SEI E CHE ERI, T, IL SANTO, PER AVER COSI’ GIUDICATO.  ESSI INFATTI HANNO VERSATO IL SANGUE DEI SANTI E DEI PROFETI, E TU HAI DATO LORO SANGUE DA BERE, E’ QUELLO CHE MERITANO.  E UDII DALL’ALTARE UNA VOCE CHE DICEVA:  SI, O SIGNORE, DIO ONNIPOTENTE, VERITIERI E GIUSTI SONO I TUOI GIUDIZI.  POI IL QUARTO ANGELO VERSO’ LA SUA COPPA SUL SOLE E AL SOLE FU CONCESSO DI BRUCIARE GLI UOMINI CON IL FUOCO.  E GLI UOMINI FURONO BRUCIATI DAL GRAN CALORE;  E BESTEMMIARONO IL NOME DI DIO CHE HA IL POTERE SU QUESTI FLAGELLI, E NON SI RAVVIDERO PER DARGLI GLORIA.  POI IL QUINTO ANGELO VERSO’ LA SUA COPPA SUL TRONO DELLA BESTIA.  IL SUO REGNO FU AVVOLTO DALLE TENEBRE.  GLI UOMINI SI MORDEVANO LA LINGUA PER IL DOLORE, E BESTEMMIARONO IL DIO DEL CIELO A CAUSA DEI LORO DOLORI E DELLE LORO ULCERE, MA NON SI RAVVIDERO DALLE LORO OPERE.  POI IL SESTO ANGELO VERSO’ LA SUA COPPA SUL GRAN FIUME EUFRATE, E LE SUE ACQUE SI PROSCIUGARONO PERCHE’ FOSSE PRAPARATA LA VIA AI RE CHE VENGONO DALL’ORIENTE.
Ap 16:17-18-POI IL SETTIMO ANGELO VERSO’ LA SUA COPPA NELL’ARIA, E DAL TEMPIO USCI’ UNA GRAN VOCE PROVENIENTE DAL TRONO, CHE DICEVA:  E’ FATTO.  E CI FURONO LAMPI, VOCI, TUONI E UN TERREMOTO COSI’ FORTE CHE DA QUANDO GLI UOMINI SONO SULLA TERRA NON SE N’E’ AVUTO UNO ALTRETTANTO DISASTROSO.
Ap 17:7-L’ANGELOMI DISSE:  PERCHE’ TI MERAVIGLI?  IO TI DIRO’ IL MISTERO DELLA DONNA E DELLA BESTIA CON LE SETTE TESTE E LE DIECI CORNA CHE LA PORTA.
Ap 18:1-2-DOPO QUESTE COSE VIDI SCENDERE DAL CIELO UN ALTRO ANGELO CHE AVEVA UNA GRANDE AUTORITA’, E LA TERRA FU ILLUMINATA DAL SUO SPLENDORE.  EGLI GRIDO’ CON VOCE POTENTE:  E’ CADUTA, E’ CADUTA BABILONIA LA GRANDE!  E’ DIVENTATA RICETTACOLO DI DEMONI, COVO DI OGNI SPIRITO IMMONDO, RIFUGIO DI OGNI UCCELLO IMPURO E ABOMINEVOLE.|
Ap 18:21-POI UN POTENTE ANGELO SOLLEVO’ UNA PIETRA GROSSA COME UNA GRANDE MACINA, E LA GETTO’ NEL MARE DICENDO:  COSI’, CON VIOLENZA, SARA’ PRECIPITATA BABILONIA, LA GRAN CITTA’, E NON SARA’ PIU’ TROVATA.
Ap 19:17-POI VIDI UN ANGELO CHE STAVA IN PIEDI NEL SOLE.  EGLI GRIDO’ A GRAN VOCE A TUTTI GLI UCCELLI CHE VOLANO IN MEZZO AL CIELO:  VENITE!  RADUNATEVI PER IL GRAN BANCHETTO DI DIO;
Ap 20:1-3-POI VIDI SCENDERE DAL CIELO UN ANGELO CON LA CHIAVE DELL’ABISSO E UNA GRANDE CATENA IN MANO.  EGLI AFFERRO’ IL DRAGONE, IL SERPENTE ANTICO, CIOE’ IL DIAVOLO, SATANA, LO LEGO’ PER MILLE ANNI, E LO GETTO’ NELL’ABISSO CHE CHIUSE E SIGILLO’ SOPRA DI LUI PERCHE’ NON SEDUCESSE PIU’ LE NAZIONI FINCHE’ FOSSERO COMPIUTI I MILLE ANNI;  DOPO I QUALI DOVRA’ ESSERE SCIOLTO PER UN PO’ DI TEMPO.
Ap 21:17-NE MISURO’ ANCHE LE MURA ED ERANO DI CENTOQUARANTAQUATTRO CUBITI, A MISURA D’UOMO, ADOPERATA DALL’ANGELO.
Ap 22:6-POI MI DISSE:  QUESTE PAROLE SONO FEDELI E VERITIERE;  E IL SIGNORE, IL DIO DEGLI SPIRITI DEI PROFETI, HA MANDATO IL SUO ANGELO PER MOSTRARE AI SUOI SERVI CIO’ CHE DEVE ACCADERE TRA POCO.
Ap 22:8-9-IO, GIOVANNI, SONO QUELLO CHE HA UDITO E VISTO QUESTE COSE.  E, DOPO AVERLE VISTE E UDITE, MI PROSTRAI AI PIEDI DELL’ANGELO CHE ME LE AVEVA MOSTRATE, PER ADORARLO.  MA EGLI MI DISSE:  GUARDATI DAL FARLO;  IO SONO UN SERVO COME TE E COME I TUOI FRATELLI, I PROFETI, E COME QUELLI CHE CUSTODISCONO LE PAROLE DI QUESTO LIBRO.  ADORA DIO!
Ap 22:16-IO, GESU’, HO MANDATO IL MIO ANGELO PER ATTESTARVI QUESTE COSE IN SENO ALLE CHIESE.  IO SONO LA RADICE E LA DISCENDENZA DI DAVIDE, LA LUCENTE STELLA DEL MATTINO.

2-QUASI TUTTE LE SCRITTURE DEL NUOVO TESTAMENTO CHE USANO LE PAROLE ANGELI

Mt 4:6-E GLI DISSE:  SE TU SEI FIGLIO DI DIO, GETTATI GIU’, POICHE’ STA SCRITTO:  EGLI DARA’ ORDINI AI SUOI ANGELI A TUO RIGUARDO, ED ESSI TI PORTERANNO SULLE LORO MANI, PERCHE’  TU NON URTI CON IL PIEDE CONTRO UNA PIETRA.
Mt 4:11-ALLORA IL DIAVOLO LO LASCIO’, ED ECCO DEGLI ANGELI SI AVVICINARONO A LUI E LO SERVIVANO.
Mt 13:39-IL NEMICO CHE LE HA SEMINATE, E’ IL DIAVOLO, LA MIETITURA E’ LA FINE DELL’ETA’ PRESENTE;  I MIETITORI SONO ANGELI.
Mt 13:41-IL FIGLIO DELL’UOMO MANDERA’ I SUOI ANGELI CHE RACCOGLIERANNO DAL SUO REGNO TUTTI GLI SCANDALI E TUTTI QUELLI CHE COMMETTONO L’INIQUITA’,
Mt 13:49-COSI’ AVVERRA’ ALLA FINE DELL’ETA’ PRESENTE.  VERRANNO GLI ANGELI, E SEPARERANNO I MALVAGI DAI GIUSTI,
Mt 16:27-PERCHE’ IL FIGLIO DELL’UOMO VERRA’ NELLA GLORIA DEL PADRE SUO, CON I SUOI ANGELI, E ALLORA RENDERA’ A CIASCUNO SECONDO L’OPERA SUA.
Mt 18:10-GUARDATEVI DAL DISPREZZARE UNO DI QUESTI PICCOLI;  PERCHE’ VI DICO CHE GLI ANGELI LORO, NEI CIELI, VEDONO CONTINUAMENTE LA FACCIA DEL PADRE MIO CHE E’ NEI CIELI.
Mt 22:30-PERCHE’ ALLA RISURREZIONE NON SI PRENDE NE’ SI DA’ MOGLIE;  MA I RISORTI SONO COME ANGELI NEI CIELI.
Mt 24:31-E MANDERA’ I SUOI ANGELI CON GRAN SUONO DI TROMBA PER RIUNIRE I SUOI ELETTI DAI QUATTRO VENTI, DA UN CAPO ALL’ALTRO DEI CIELI.
Mt 24:36-MA QUANTO A QUEL GIORNO E A QUELL’ORA NESSUNO LI SA, NEPPURE GLI ANGELI DEL CIELO, NEPPURE IL FIGLIO, MA IL PADRE SOLO.
Mt 25:31-QUANDO IL FIGLIO DELL’UOMO VERRA’ NELLA SUA GLORIA CON TUTTI GLI ANGELI, PRENDERA’ POSTO SUL SUO TRONO GLORIOSO.
Mt 25:41-ALLORA DIRA’ ANCHE A QUELLI DELLA SUA SINISTRA:  ANDATE VIA DA ME, MALEDETTI, NEL FUOCO ETERNO, PREPARATO PER IL DIAVOLO E PER I SUOI ANGELI!
Mt 26:53-CREDI FORSE CHE IO NON POTREI PREGARE IL PADRE MIO CHE MI MANDEREBBE IN QUESTO ISTANTEPIU’ DI DODICI LEGIONI D’ANGELI?
Mr 1:13-E NEL DESERTO RIMASE PER QUARANTA GIORNI, TENTATO DA SATANA.  STAVA TRA LE BESTIE SELVATICHE E GLI ANGELILO SERVIVANO.
Mr 8:38-PERCHE’ SE UNO SI SARA’ VERGOGNATO DI ME E DELLE MIE PAROLE IN QUESTA GENERAZIONE ADULTERA E PECCATRICE, ANCHE IL FIGLIO DELL’UOMO SI VERGOGNERA’ DI LUI QUANDO VERRA’ NELLA GLORIA DEL PADRE SUO CON I SANTI ANGELI.
Mr 12:25-INFATTI QUANDO GLI UOMINI RISUSCITANO DAI MORTI, NE’ PRENDONO NE’ DANNO MOGLIE, MA SONO COME ANGELI NEL CIELO.
Mr 13:27-ED EGLI ALLORA MANDERA’ GLI ANGELI A RACCOGLIERE I SUOI ELETTI DAI QUATTRO VENTI, DALL’ESTREMO DELLA TERRA ALL’ESTREMO DEL CIELO.
Mr 13:32-QUANTO A QUEL GIORNO E A QUELL’ORA, NESSUNO LI SA, NEPPURE GLI ANGELI DEL CIELO, NEPPURE IL FIGLIO, MA SOLO IL PADRE.
Lu 2:15-QUANDO GLI ANGELI SE NE FURONO ANDATI VERSO IL CIELO, I PASTORI DICEVANO TRA DI LORO:  ANDIAMO FINO A BETLEMME E VEDIAMO CIO’ CHE E’ AVVENUTO, E CHE IL SIGNORE CI HA FATTO SAPERE.
Lu 4:10-PERCHE’ STA SCRITTO:  EGLI ORDINERA’ AI SUOI ANGELI CHE TI PROTEGGANO,
Lu 9:26-PERCHE’ SE UNO HA VERGOGNA DI ME E DELLE MIE PAROLE, IL FIGLIO DELL’UOMO AVRA’ VERGOGNA DI LUI, QUANDO VERRA’ NELLA GLORIA SUA E DEL PADRE E DEI SANTI ANGELI.
Lu 12:8-OR IO VI DICO:  CHIUNQUE MI RICONOSCERA’ DAVANTI AGLI UOMINI, ANCHE IL FIGLIO DELL’UOMO RICONOSCERA’ LUI DAVANTI AGLI ANGELI DI DIO;
Lu 12:9-MA CHI MI RINNEGHERA’ DAVANTI AGLI UOMINI, SARA’ RINNEGATO DAVANTI AGLI ANGELI DI DIO.
Lu 15:10-COSI’, VI DICO, V’E’ GIOIA DAVANTI AGLI ANGELI DI DIO PER UN SOLO PECCATORE CHE SI RAVVEDE.
Lu 16:22-AVVENNE CHE IL POVERO MORI’ E FU PORTATO DAGLI ANGELI NEL SENO DI ABRAAMO, MORI’ ANCHE IL RICCO, E FUL SEPOLTO.
Lu 20:36-NEANCHE POSSONO PIU’ MORIRE PERCHE’ SONO SIMILI AGLI ANGELI E SONO FIGLI DI DIO, ESSENDO FIGLI DELLA RISURREZIONE.
Lu 24:23-NON HANNO TROVATO IL SUO CORPO, E SONO RITORNATE DICENDO DI AVER AVUTO ANCHE UNA VISIONE DI ANGELI, I QUALI DICONO CHE EGLI E’ VIVO.  
Gv 1:51-POI GLI DISSE:  IN VERITA’, IN VERITA’ VI DICO CHE VEDRETE IL CIELO APERTO E GLI ANGELI DI DIO SALIRE E SCENDERE SUL FIGLIO DELL’UOMO. 
Gv 20:12-ED ECCO, VIDE DUE ANGELI, VESTITI DI BIANCO, SEDUTI UNO A CAPO E L’ALTRO AI PIEDI, LI’ DOV’ERA STATO IL CORPO DI GESU’.

At 7:53-VOI, CHE AVETE RICEVUTO LA LEGGE PROMULGATA DAGLI ANGELI, E NON L’AVETE OSSERVATA.
Ro 8:38-INFATTI SONO PERSUASO CHE NE’ MORTE, NE’ VITA, NE’ ANGELI, NE’ PRINCIPATI, NE’ COSE PRESENTI, NE’ COSE FUTURE,
1 Co 4:9-POICHE’ IO RITENGO CHE DIO ABBIA MESSO IN MOSTRA NOI, GLI APOSTOLI, ULTIMI FRA TUTTI, COME UOMINI CONDANNATI A MORTE, POICHE’ SIAMO DIVENTATI UNO SPETTACOLO AL MONDO, AGLI ANGELI E AGLI UOMINI.
1 Co 6:3-NON SAPETE CHE GIUDICHEREMO GLI ANGELI?  QUANTO PIU’ POSSIAMO GIUDICARE LE COSE DI QUESTA VITA!
1 Co 11:10-PERCIO’ LA DONNA DEVE, A CAUSA DEGLI ANGELI, AVERE SUL CAPO UN SEGNO DI AUTORITA’.
1 Co 13:1-SE PARLASSI LE LINGUE DEGLI UOMINI E DEGLI ANGELI, MA NON AVESSI AMORE, SAREI UN RAME RISONANTE O UNO SQUILLANTE CEMBALO.
Ga 3:19-PERCHE’ DUNQUE LA LEGGE?  ESSA FU AGGIUNTA A CAUSA DELLE TRASGRESSIONI, FINCHE’ VENISSE LA PROGENIE  ALLA QUALE ERA STATA FATTA LA PROMESSA, E FU PROMULGATA PER MEZZO DI ANGELI, PER MANO DI UN MEDIATORE.
Cl 2:18-NESSUNO VI DERUBI A SUO PIACERE DEL VOSTRO PREMIO, CON UN PRETESTO DI UMILTA’ E DI CULTO DEGLI ANGELI, AFFIDANDOSI ALLE PROPRIE VISIONI, GONFIO DI VANITA’ NELLA SUA MENTE CARNALE.
2 Te 1:7-E A VOI CHE SIETE AFFLITTI, RIPOSO CON NOI, QUANDO IL SIGNORE GESU’ APPARIRA’ DAL CIELO CON GLI ANGELI DELLA SUA POTENZA,
1 Ti 3:16-SENZA DUBBIO, GRANDE E’ IL MISTERO DELLA PIETA’:  COLUI CHE E’ STATO MANIFESTATO IN CARNE, E’ STATO GIUSTIFICATO NELLO SPIRITO, E’ APPARSO AGLI ANGELI, E’ STATO PREDICATO FRA LE NAZIONI, E’ STATO CREDUTO NEL MONDO, E’ STATO ELEVATO IN GLORIA.
1 Ti 5:21-TI SCONGIURO, DAVANTI A DIO, A CRISTO GESU’ E AGLI ANGELI ELETTI, DI OSSERVARE QUESTE COSE SENZA PREGIUDIZI, E DI NON FARE NULLA CON PARZIALITA’.
Eb 1:4-COSI’ E’ DIVENTATO DI TANTO SUPERIORE AGLI ANGELI, DI QUANTO IL NOME CHE HA EREDITATO E’ PIU’ ECCELLENTE DEL LORO.
Eb 1:5-INFATTI, A QUALE DEGLI ANGELI HA MAI DETTO:  TU SEI MIO FIGLIO, OGGI IO T’HO GENERATO?  E ANCHE:  IO GLI SARO’ PADRE ED EGLI MI SARA’ FIGLIO?
Eb 1:6-DI NUOVO, QUANDO INTRODUCE IL PRIMOGENITO NEL MONDO, DICE:  TUTTI GLI ANGELI DI DIO LO ADORINO!
Eb 1:7-E MENTRE DEGLI ANGELI DICE:  DEI SUOI ANGELI EGLI FA DEI VENTI, E DEI SUOI MINISTRI FAIMME DI FUOCO.
Eb 1:13-E A QUALE DEGLI ANGELI DISSE MAI:  SIEDI ALLA MIA DESTRA FINCHE’ ABBIA POSTO I TUOI NEMICI COME SGABELLO DEI TUOI PIEDI?
Eb 2:2-SE LA PAROLA PRONUNZIATA PER MEZZO DI ANGELI SI DIMOSTRO’ FERMA E OGNI TRASGRESSIONE E DISUBBIDIENZA RICEVETTE UNA GIUSTA RETRIBUZIONE,
Eb 2:5-DIFATTI, NON E’ AD ANGELI CHE DIO HA SOTTOPOSTO IL MONDO FUTURO DEL QUALE PARLIAMO.
Eb 2:7-TU LO HAI FATTO DI POCO INFERIORE AGNLI ANGELI;  LO HAI CORONATO DI GLORIA E D’ONORE;
Eb 2:9-PERO’ VEDIAMO COLUI CHE E’ STATO FATTO DI POCO INFERIORE AGLI ANGELI, CIOE’ GESU’, CORONATO DI GLORIA E DI ONORE A MOTIVO DELLA MORTE CHE HA SOFFERTO, AFFINCHE’, PER LA GRAZIA DI DIO, GUSTASSE LA MORTE PER TUTTI.
Eb 2:16-INFATTI, EGLI NON VIENE IN AIUTO AD ANGELI, MA VIENE IN AIUTO ALLA DISCENDENZA DI ABRAAMO.
Eb 12:22-VOI VI SIETE INVECE AVVICINATI AL MONTE SION, ALLA CITTA’ DEL DIO VIVENTE, LA GERUSALEMME CELESTE, ALLA FESTANTE RIUNIONE DELLE MIRIADI ANGELICHE,
Eb 13:2-NON DIMENTICATE L’OSPITALITA’, PERCHE’ ALCUNI PRATICANDOLA, SENZA SAPERLO, HANNO OSPITATO ANGELI.
1 P 1:12-E FU LORO RIVELATO CHE NON PER SE’ STESSI, MA PER VOI, AMMINISTRAVANO QUELLE COSE CHE ORA VI SONO STATE ANNUNZIATE DA COLORO CHE VI HANNO PREDICATO IL VANGELO, MEDIANTE LO SPIRITO SANTO INVIATO DAL CIELO:  COSE NELLE QUALI ANGELI BRAMANO PENETRARE CON I LORO SGUARDI.
1 P 3:22-CHE, ASCESO AL CIELO, STA ALLA DESTRA DI DIO, DOVE ANGELI, PRINCIPATI E POTENZE GLI SONO SOTTOPOSTI.
2 P 2:4-SE DIO INFATTI NON RISPARMIO’ GLI ANGELI CHE AVEVANO PECCATO, MA LI INABISSO’, CONFINANDOLI IN ANTRI TENEBROSI PER ESSERVI CUSTODITI PER IL GIUDIZIO,
2 P 2:11-MENTRE GLI ANGELI, BENCHE’ SUPERIORI A LORO PER FORZA E POTENZA, NON PORTANO CONTRO QUELLE, DAVANTI AL SIGNORE, ALCUN GIUDIZIO INGIURIOSO.
Gd 1:6-EGLI HA PURE CUSTODITO NELLE TENEBRE E IN CATENE ETERNE, PER IL GRAN GIORNO DEL GIUDIZIO, GLI ANGELI CHE NON CONSERVARONO LA LORO DIGNITA’ E ABBANDONARONO LA LORO DIMORA.
Ap 1:20-IL MISTERO DELLE SETTE STELLE CHE HAI VISTE NELLA MIA DESTRA, E DEI SETTE CANDELABRI D’ORO.  LE SETTE STELLE SONO GLI ANGELI DELLE SETTE CHIESE, E I SETTE CANDELABRI SONO LE SETTE CHIESE.
Ap 3:5-CHI VINCE SARA’ DUNQUE VESTITO DI VESTI BIANCHE, E IO NON CANCELLERO’ IL SUO NOME DAL LIBRO DELLA VITA, MA CONFESSERO’ IL SUO NOME DAVANTI AL PADRE MIO E DAVANTI AI SUOI ANGELI.
Ap 5:11-E VIDI, E UDII VOCI DI MOLTI ANGELI INTORNO AL TRONO, ALLE CREATURE VIVENTI E AGLI ANZIANI, E IL LORO NUMERO ERA DI MIRIADI DI MIRIADI, E MIGLIAIA DI MIGLIAIA.
Ap 7:1-DOPO QUESTO, VIDI QUATTRO ANGELI CHE STAVANO IN PIEDI AI QUATTRO ANGOLI DELLA TERRA, E TRATTENEVANO I QUATTRO VENTI DELLA TERRA PERCHE’ NON SOFFIASSERO SULLA TERRA, NE’ SOPRA IL MARE, NE’ SUGLI ALBERI.
Ap 7:2-POI VIDI UN ALTRO ANGELO CHE SALIVA DAL SOL LEVANTE, IL QUALE AVEVA IL SIGILLO DEL DIO VIVENTE, E GRIDO’ A GRAN VOCE AI QUATTRO ANGELI AI QUALI ERA STATO CONCESSO DI DANNEGGIARE LA TERRA E IL MARE,
Ap 7:11-E TUTTI GLI ANGELI ERANO IN PIEDI INTORNO AL TRONO, AGLI ANZIANI E ALLE QUATTRO CREATURE VIVENTI, ESSI SI PROSTRARONO CON LA FACCIA A TERRA DAVANTI AL TRONO E ADORARONO DIO.
Ap 8:2-POI VIDI I SETTE ANGELI CHE STANNO IN PIEDI DAVANTI A DIO, E FURONO DATE LORO SETTE TROMBE.
Ap 8:6-I SETTE ANGELI CHE AVEVANO LE SETTE TROMBE SI POREPARARONO A SONARE.
Ap 8:13-GUARDAI, E UDII UN’AQUILA CHE VOLAVA IN MEZZO AL CIELO E DICEVA A GRAN VOCE:  GUAI, GUAI, GUAI AGLI ABITANTI DELLA TERRA, A CAUSA DEGLI ALTRI SUONI DI TROMBA CHE TRE ANGELI STANNO PER SONARE!
Ap 9:14-LA VOCE DICEVA AL SESTO ANGELO CHE AVEVA LA TROMBA:  SCIOGLI I QUATTRO ANGELI CHE SONO LEGATI SUL GRAN FIUME EUFRATE.
Ap 9:15-E FURONO SCIOLTI I QUATTRO ANGELI CHE ERANO STATI PREPARATI PER QUELL’ORA, QUEL GIORNO, QUEL MESE E QUELL’ANNO, PER UCCIDERE LA TERZA PARTE DEGLI UOMINI.
Ap 12:7-E CI FU UNA BATTAGLIA NEL CIELO:  MICHELE E I SUOI ANGELI COMBATTERONO CONTRO IL DRAGONE.  IL DRAGONE E I SUOI ANGELI COMBATTERONO,
Ap 12:7-E CI FU UNA BATTAGLIA IN CIELO:  MICHELE E I SUOI ANGELI COMBATTERONO CONTRO IL DRAGONE.  IL DRAGONE E I SUOI ANGELI COMBATTERONO,
Ap 12:9-IL GRAN DRAGONE, IL SERPENTE ANTICO, CHE E’ CHIAMATO DIAVOLO E SATANA, IL SEDUTTORE DI TUTTO IL MONDO, GU GETTATO GIU’;  FU GETTATO SULLA TERRA, E CON LUI FURONO GETTATI ANCHE I SUOI ANGELI.
Ap 14:10-EGLI PURE BERRA’ IL VINO DELL’IRA DI DIO VERSATO PURO NEL CALICE DELLA SUA IRA, E SARA’ TORMENTATO CON FUOCO E ZOLFO DAVANTI AI SANTI ANGELI E DAVANTI ALL’AGNELLO
Ap 15:1-POI VIDI NEL CIELO UN ALTRO SEGNO GRANDE E MERAVIGLIOSO:  SETTE ANGELI CHE RECAVANO SETTE FLAGELLI, GLI ULTIMI, PERCHE’ CON ESSI SI COMPIE L’IRA DI DIO.
Ap 15:6-E I SETTE ANGELI CHE RECAVANO I SETTE FLAGELLI USCIRONO DAL TEMPIO.  ERANO VESTITI DI LINO PURO E SPLENDENTE E AVEVANO CINTURE D’ORO INTORNO AL PETTO.
Ap 15:7-UNA DELLE QUATTRO CREATURE VIVENTI DIEDE AI SETTE ANGELI SETTE COPPE D’ORO PIENE DELL’IRA DI DIO, IL QUALE VIVE NEI SECOLI DEI SECOLI.
Ap 15:8-E IL TEMPIO SI RIEMPI’ DI FUMO A CAUSA DELLA GLORIA DI DIO E DELLA SUA POTENZA E NESSUNO POTEVA ENTRARE NEL TEMPIO FINCHE’ NON FOSSERO FINITI I SETTE FLAGELLI DEI SETTE ANGELI.
Ap 16:1-ALLORA UDII DAL TEMPIO UNA GRAN VOCE CHE DICEVA AI SETTE ANGELI:  ANDATE E VERSATE SULLA TERRA LE SETTE COPPE DELL’IRA DI DIO.
Ap 17:1-POI UNO DEI SETTE ANGELI CHE AVEVANO LE SETTE COPPE VENNE A DIRMI:  VIENI, TI FARO’ VEDERE IL GIUDIZIO CHE SPETTA ALLA GRANDE PROSTITUTA CHE SIEDE SU MOLTE ACQUE.
Ap 21:9-POI VENNE UNO DEI SETTE ANGELI, CHE AVEVANO LE SETTE COPPE PIENE DEGLI ULTIMI SETTE FLAGELLI, E MI PARLO’, DICENDO:  VIENI E TI MOSTRERO’ LA SPOSA, LA MOGLIE DELL’AGNELLO.
Ap 21:12-AVEVA DELLE MURA GRANDI E ALTE, AVEVA DODICI PORTE, E ALLE PORTE DODICI ANGELI.  SULLE PORTE ERANO SCRITTI DEI NOMI, CHE SONO QUELLI DELLE DODICI TRIBU’ DEI FIGLI D’ISRAELE.

3-QUASI TUTTLE LE SCRITTURE DELL'ANTICO TESTAMENTO CHE USANO LE PAROLE ANGELI

    Ge 16:7-L’ANGELODEL SIGNORE LA TROVO’ PRESSO UNA SORGENTE D’ACQUA, NEL DESERTO, PRESSO LA SORGENTE CHE E’ SULLA VIA DI SUR
Ge 16:9-L’L’ANGELODEL SIGNORE LE DISSE:  TORNA DALLA TUA PADRONA E UMILIATI SOTTO LA SUA MANO.
Ge 16:10-L’ANGELO DEL SIGNORE SOGGIUNSE:  IO MOLTIPLICHERO’ GRANDEMENTE LA TUA DISCENDENZA E NON LA SI POTRA’ CONTARE, TANTO SARA’ NUMEROSA.
Ge 16:11-L’ANGELO DEL SIGNORE LE DISSE ANCORA:  ECCO, TU SEI INCINTA E PARTORIRAI UN FIGLIO A CUI METTERAI IL NOME DI ISMAELE, PERCHE’ IL SIGNORE TI HA UDITA NELLA TUA AFFLIZIONE.
Ge 21:17-DIO UDI’ LA VOCE DEL RAGAZZO E L’ANGELO DI DIO CHIAMO’ AGAR DAL CIELO E LE DISSE:  CHE HAI, AGAR?  NON TEMERE, PERCHE’ DIO HA UDITO LA VOCE DEL RAGAZZO LA’ DOV’E’.
Ge 22:11-MA L’ANGELO DEL SIGNORE LO CHIAMO’ DAL CIELO E DISSE:  ABRAAMO, ABRAAMO!  EGLI RISPOSE:  ECCOMI.
Ge 22:15-L’ANGELO DEL SIGNORE CHIAMO’ DAL CIELO ABRAAMO UNA SECONDA VOLTA.

Ge 24:7-IL SIGNORE, IL DIO DEI CIELI, CHE MI FECE USCIRE DALLA CASA DI MIO PADRE E DAL MIO PAESE NATALE – E MI PARLO’ E MI GIURO’ DICENDO:  IO DARO’ ALLA TUA DISCENDENZA QUESTO PAESE – EGLI STESSO MANDERA’ IL SUO ANGELO DAVANTI A TE E TU PRENDERAI DI LA’ UNA MOGLIE PER MIO FIGLIO.
Ge 24:4-MA ANDRAI AL MIO PAESE, DAI MIEI PARENTI, E VI PRENDERAI UNA MOGLIE PER MIO FIGLIO, PER ISACCO.
Ge 31:11-L’ANGELO DI DIO MI DISSE NEL SOGNO:  GIACOBBE!  IO RISPOSI:  ECCOMI!
Ge 48:16-L’ANGELO CHE MI HA LIBERATO DA OGNI MALE, BENEDICA QUESTI RAGAZZI!  SIANO CHIAMATI CON IL MIO NOME, CON IL NOME DEI MIEI PADRI, ABRAAMO E ISACCO, E SI MOLTIPLICHINO ABBONDANTEMENTE SULLA TERRA!
Es 3:2-L’ANGELODEL SIGNORE GLI APPARVE IN UNA FIAMMA DI FUOCO, IN MEZZO A UN PRUNO.  MOSE’ GUARDO’, ED ECCO IL PRUNO ERA TUTTO IN FIAMME, MA NON SI CONSUMAVA.
Es 14:19-ALLORA L’ANGELO DI DIO, CHE PRECEDEVA IL CAMPO D’ISRAELE, SI SPOSTO’ E ANDO’ A METTERSI DIETRO A LORO, ANCHE LA COLONNA DI NUVOLA SI SPOSTO’ DALLA LORO AVANGUARDIA E SI FERMO’ DIETRO A LORO,
Es 23:20-IO MANDO UN ANGELO DAVANTI A TE PER PROTEGGERTI LUNGO LA VIA, E PER INTRODURTI NEL LUOGO CHE HO PREPARATO.
Es 23:23-POICHE’ IL MIO ANGELO ANDRA’ DAVANTI A TE E TI INTRODURRA’ NEL PAESE DEGLI AMOREI, DEGLI ITTITI, DEI FEREZEI, DEI CANANEI, DEGLI IVVEI E DEI GEBUSEI, E LI STERMINERO’.
Es 32:34-ORA VA’, CONDUCI IL POPOLO DOVE TI HO DETTO.  ECCO, IL MIO ANGELO ANDRA’ DAVANTI A TE, MA NEL GIORNO CHE VERRO’ A PUNIRE, IO LI PUNIRO’ DEL LORO PECCATO.
Es 33:2-IO MANDERO’ UN ANGELO DAVANTI A TE E SCACCERO’ I CANANEI, GLI AMOREI, GLI ITTITI, I FEREZEI, GLI IVVEI E I GEBUSEI.
Nu 20:16-NOI GRIDAMMO AL SIGNORE ED EGLI UDI’ LA NOSTRA VOCE E MANDO’ UN ANGELO E CI FECE USCIRE DALL’EGITTO, ED ECCOCI ORA A CADES, CITTA’ SITUATA ELL’ESTREMO LIMITE DEL TUO TERRITORIO.
Nu 22:22-MA L’IRA DI DIO SI ACCESE PERCHE’ EGLI ERA ANDATO, E L’ANGELO DEL SIGNORE SI MISE SULLA STRADA PER OSTACOLARLO.  BALAAM CAVALCAVA LA SUA ASINA E AVEVA CON SE’ DUE SERVI.
Nu 22:23-L’ASINA VIDE L’ANGELO DEL SIGNORE CHE STAVA SULLA STRADA CON LA SPADA SGUAINATA IN MANO, SVOLTO’ E PRESE LA VIA DEI CAMPI.  BALAAM PERCOSSE L’ASINA PER RIMETTERLA SULLA STRADA.
Nu 22:24-ALLORA L’ANGELO DEL SIGNORE SI FERMO’ IN UN SENTIERO INCAVATO CHE PASSAVA TRA LE VIGNE E AVEVA UN MURO DI QUA E UN MURO DI LA’.
Nu 22:25-L’ASINA VIDE L’ANGELO DEL SIGNORE, SI STRINSE AL MURO E SCHIACCIO’ IL PIEDI DI BALAAM CONTRO IL MURO, E BALAAM LA PERCOSSE DI NUOVO.
Nu 22:26-L’ANGELO DEL SIGNORE PASSO’ DI NUOVO OLTRE, E SI FERMO’ IN UN LUOGO STRETTO DOVE NON C’ERA MODO DI VOLTARSI NE’ A DESTRA NE’ A SINISTRA.
Nu 22:27-L’ASINA VIDE L’ANGELO DEL SIGNORE E SI SDRAIO’ SOTTO BALAAM;  L’IRA DI BALAAM SI ACCESE ED EGLI PERCOSSE L’ASINA CON UN BASTONE.
Nu 22:31-ALLORA IL SIGNORE APRI’ GLI OCCHI A BALAAM ED EGLI VIDE L’ANGELO DEL SIGNORE CHE STAVA SULLA STRADA, CON LA SUA SPADA SGUAINATA.  BALAAM S’INCHINO’ E SI PROSTRO’ CON LA FACCIA A TERRA.
Nu 22:32-L’ANGELO DEL SIGNORE GLI DISSE:  PERCHE’ HAI PERCOSSO GIA’ TRE VOLTE LA TUA ASINA?  ECCO, IO SONO USCITO PER FERMARTI, PERCHE’ LA VIA CHE PERCORRI E’ CONTRARIA AL MIO VOLERE.
Nu 22:34-ALLORA BALAAM DISSE ALL’ANGELO DEL SIGNORE:  IO HO PECCATO PERCHE’ NON SAPEVO CHE TU TI FOSSI MESSO CONTRO DI ME SULLA STRADA; E ORA, SE QUESTO TI DISPIACE, IO ME NERITORNERO’.
Nu 22:35-L’ANGELO DEL SIGNORE DISSE A BALAAM:  VA’ PURE CON QUEGLI UOMINI; MA DIRAI SOLTANTO QUELLO CHE IO TI DIRO’.  E BALAAM ANDO’ CON I PRINCIPI DI BALAC.
Gc 2:1-L’ANGELODEL SIGNORE SALI’ DA GHILGAL A BOCHIM E DISSE:  IO VI HO FATTO SALIRE DALL’EGITTO E VI HO CONDOTTI NEL PAESE CHE AVEVO GIURATO AI VOSTRI PADRI DI DARVI.  AVEVO ANCHE DETTO:  IO NON ROMPERO’ MAI IL MIO PATTO CON VOI.
Gc 2:4-APPENA L’ANGELO DEL SIGNORE EBBE DETTO QUESTE PAROLE A TUTTI I FIGLI D’ISRAELE, IL POPOLO SI MISE A PIANGERE AD ALTA VOCE.
Gc 5:23-MALEDITE MEROZ, DICE L’ANGELO DEL SIGNORE;  MALEDITE, MALEDITE I SUOI ABITANTI, PERCHE’ NON VENNERO IN SOCCORSO DEL SIGNORE, IN SOCCORSO DEL SIGNORE INSIEME CON I PRODI!
Gc 6:11-POI VENNE L’ANGELO DEL SIGNORE E SI SEDETTE SOTTO IL TEREBINTO D’OFRA, CHE APPARTENEVA A IOAS, ABIEZERITA;  E GEDEONE, FIGLIO DI IOAS, TREBBIAVA IL GRANO NELLO STRETTOIO, PER NASCONDERLO AI MADIANITI.
Gc 6:12-L’ANGELODEL SIGNORE GLI APPARVE E GLI DISSE:  IL SIGNORE E’ CON TE, O UOMO FORTE E VALOROSO!
Gc 6:20-L’ANGELODI DIO  GLI DISSE:  PRENDI LA CARNE E LE FOCACCE AZZIME, METTILE SU QUESTA ROCCIA,E VERSAVI SU IL BRODO.  EGLI FECE COSI’..
Gc 6:21-ALLORA L’ANGELO DEL SIGNORE STESE LA PUNTA DEL BASTONE CHE AVEVA IN MANO E TOCCO’ LA CARNE E LE FOCACCE AZZIME;  E DALLA ROCCIA USCI’ UN FUOCO CHE CONSUMO’ LA CARNE E LE FOCACCE AZZIME;  E L’ANGELO DEL SIGNORE SCOMPARVE DALLA SUA VISTA.
Gc 6:22-ALLORA GEDEONE VIDE CHE ERA L’ANGELO DEL SIGNORE E DISSE:  MISERO ME, SIGNORE, MIO DIO, PERCHE’ HO VISTO L’ANGELO DEL SIGNORE FACCIA A FACCIA!
Gc 13:3-L’ANGELODEL SIGNORE APPARVE ALLA DONNA, E LE DISSE:  ECCO, TU SEI STERILE E NON AHI FIGLI;  MA CONCEPIRAI E PARTORIRAI UN FIGLIO.
Gc 13:6-LA DONNA ANDO’ A DIRE A SUO MARITO:  UN UOMO DI DIO E’ VENUTO DA ME;  AVEVA L’ASPETTO DI UN ANGELO DI DIO:  UN ASPETTO DAVVERO TREMENDO.  IO NON GLI HO DOMANDATO DA DOVE VENIVA, ED EGLI NON MI HA DETTO IL SUO NOME;
Gc 13:9-DIO ESAUDI’ LA PREGHIERA DI MANOA’;  E L’ANGELO DI DIO ROTNO’ ANCORA DALLA DONNA, CHE ERA SEDUTA NEL CAMPO;  MA MANOA’, SUO MARITO, NON ERA CON LEI.
Gc 13:13-L’ANGELO DEL SIGNORE RISPOSE A MANOA’:  SI ASTENGA LA DONNA DA TUTTO QUELLO CHE LE HO DETTO.
Gc 13:15-MANOA’ DISSE ALL’ANGELO DEL SIGNORE:  TI PREGO, PERMETTICI DI TRATTENERTI E DI PREPARARTI UN CAPRETTO!
Gc 13:16-L’ANGELO DEL SIGNORE RISPOSE A MANOA’:  ANCHE SE TU MI TRATTENESSI NON MANGEREI DEL TUO CIBO; MA, SE VUOI FARE UN OLOCAUSTO, OFFRILO AL SIGNORE.  MANOA’ NON SAPEVA CHE QUELLO FOSSE L’ANGELO DEL SIGNORE.

Gc 13:17-POI MANOA’ DISSE ALL’ANGELO DEL SIGNORE:  QUAL E’ IL TUO NOME, AFFINCHE’, QUANDO SI SARANNO ADEMPIUTE LE TUE PAROLE, NOI TI RENDIAMO ONORE?
Gc 13:18-L’ANGELO DEL SIGNORE GLI RISPOSE:  PERCHE’ MI CHIEDI IL MIO NOME?  ESSO E’ MERAVIGLIOSO.
Gc 13:19-MANOA’ PRESE IL CAPRETTO E L’OBLAZIONE E LI OFFRI’ AL SIGNORE SU UNA ROCCIA.  ALLORA AVVENNE UNA COSA PRODIGIOSA:  MANOA’ E SUA MOGLIE STAVANO GUARDANDO.
Gc 13:20-E MENTRE LA FIAMMA SALIVA DALL’ALTARE AL CIELO, L’ANGELO DEL SIGNORE SALI’ CON LA FIAMMA DELL’ALTARE.  MANOA’ E SUA MOGLIE, VEDENDO QUESTO, CADDERO CON LA FACCIA A TERRA.
Gc 13:21-L’ANGELO DEL SIGNORE NON APPARVE PIU’ NE’ A MANOA’ NE’ A SUA MOGLIE.  ALLORA MANOA’ RICONOBBE CHE QUELLO ERA L’ANGELO DEL SIGNORE
.
1 S 29:9-ACHIS RISPOSE A DAVIDE, E DISSE:  LO SO; TU SEI CARO AGLI OCCHI MIEI COME UN ANGELO DI DIO, MA I PRINCIPI DEI FILISTEI HANNO DETTO:  EGLI NON DEVE SALIRE CON NOI ALLA BATTAGLIA!
2 S 14:17-LA TUA SERVA DICEVA:  POSSA LA PAROLA DEL RE, MIO SIGNORE, DARMI TRANQUILLITA’!  INFATTI IL RE, MIO SIGNORE, E’ COME UN ANGELO DI DIO PER DISCERNERE IL BENE DAL MALE.  IL SIGNORE, IL TUO DIO, SIA CON TE.
2 S 14:20-IL TUO SERVO IOAB HA FATTO COSI’ PER DARE UN ALTRO ASPETTO ALLA VICENDA DI ABSALOM;  MA IL MIO SIGNORE E’ SAGGIO COME UN ANGELO DI DIO E CONOSCE TUTTO QUELLO CHE AVVIENE SULLA TERRA.
2 S 19:27-ED EGLI HA CALLUNIATO IL TUO SERVO PRESSO IL RE MIO SIGNORE;  MA IL RE MIO SIGNORE E’ COME UN ANGELO DI DIO, FA’ DUNQUE CIO’ CHE TI PIACERA’.
2 S 24:16-COME L’ANGELO STENDEVA LA SUA MANO SU GERUSALEMME PER DISTRUGGERLA, IL SIGNORE SI PENTI’ DELLA CALAMITA’ CHE EGLI AVEVA INFLITTA, E DISSE ALL’ANGELO CHE DISTRUGGEVA IL POPOLO:  BASTA!  RITIRA ORA LA TUA MANO!  L’ANGELO DEL SIGNORE SI TROVAVA PRESSO L’AIA DI ARAUNA, IL GEBUSEO.
2 S 24:17-DAVIDE, VEDENDO L’ANGELO CHE COLPIVA IL POPOLO, DISSE AL SIGNORE:  SONO IO CHE HO PECCATO;  SONO IO CHE HO AGITO DA EMPIO;  QUESTE PECORE CHE HANNO FATTO?  LA TUA MANO SI VOLGA DUNQUE CONTRO DI ME E CONTRO LA CASA DI MIO PADRE!
1 Re 13:18-L’ATRO GLI DISSE:  ANCH’IO SONO PROFETA COME TE;  E UN ANGELO MI HA PARLATO PER ORDINE DEL SIGNORE, DICENDO:  RIPORTALO CON TE IN CASA TUA, PERCHE’ MANGI DEL PANE E BEVA DELL’ACQUA.  EGLI MENTIVA.
1 Re 19:5-POI SI CORICO’, E SI ADDORMENTO’ SOTTO LA GINESTRA.  ALLORA UN ANGELO LO TOCCO’, E GLI DISSE:  ALZATI E MANGIA.
1 Re 19:7-L’ANGELO DEL SIGNORE TORNO’ UNA SECONDA VOLTA, LO TOCCO’, E DISSE:  ALZATI E MANGIA, PERCHE’ IL CAMMINO E’ TROPPO LUNGO PER TE.
2 Re 1:3-MA UN ANGELO DEL SIGNORE DISSE A ELIA IL TISBITA:  ALZATI, VA’ INCONTRO AI MESSAGGERI DEL RE DI SAMARIA, E DI’ LORO:  E’ FORSE PERCHE’ NON C’E’ DIO IN ISRAELE CHE VOI ANDATE A CONSULTARE BAAL-ZEBUB, DIO DI ECRON?
2 Re 1:15-L’ANGELO DEL SIGNORE DISSE A ELIA:  SCENDI CON LUI;  NON AVER PAURA DI LUI.  ALLORA ELIA SI ALZO’, SCESE CON IL CAPITANO, ANDO’ DAL RE.
2 Re 19:35-QUELLA STESSA NOTTE L’ANGELO DEL SIGNORE USCI’ E COLPI’ NELL’ACCAMPAMENTO DEGLI ASSIRI CENTOTTANTACINQUEMILA UOMINI;  E QUANDO LA GENTE SI ALZO’ LA MATTINA, ERANO TUTTI CADAVERI.
1 Cr 21:12-O TRE ANNI DI CARESTIA, O TRE MESI DURANTE I QUALI I TUOI AVVERSARI FACCIANO SCEMPIO DI TE E TI RAGGIUNGA LA SPADA DEI TUOI NEMICI, OPPURE TRE GIORNI DI SPADA DEL SIGNORE, OSSIA DI PESTE NEL PAESE, DURANTE I QUALI L’ANGELO DEL SIGNORE PORTERA’ LA DISTRUZIONE IN TUTTO IL TERRITORIO D’ISRAELE.  ORA, VEDI CHE COSA IO DEBBA RISPONDERE A COLUI CHE MI HA MANDATO.
1 Cr 21:15-DIO MANDO’ UN ANGELO A GERUSALEMME PER DISTRUGGERLA, E COME QUESTI SI DISPONEVA A DISTRUGGERLA, IL SIGNORE GETTO’ SU DI LEI LO SGUARDO, SI PENTI’ DELLA CALAMITA’ CHE AVEVA INFLITTA, E DISSE ALL’ANGELO DISTRUTTORE:  BASTA;  RITIRA ORA LA TUA MANO!  L’ANGELO DEL SIGNORE SI TROVAVA PRESSO L’AIA DI ORNAN, IL GEBUSEO.

1 Cr 21:16-DAVIDE, ALZANDO GLI OCCHI, VIDE L’ANGELO DEL SIGNORE CHE STAVA FRA TERRA E CIELO, TENENDO IN MANO UNA SPADA SGUAINATA, VOLTA VERSO GERUSALEMME.  ALLORA DAVIDE E GLI ANIZIANI, COPERTI DI SACCHI, SI GETTARONO CON LA FACCIA A TERRA.
1 Cr 21:18-ALLORA L’ANGELO DEL SIGNORE ORDINO’ A GAD DI DIRE A DAVIDE CHE SALISSE A ERIGERE UN ALTARE AL SIGNORE NELL’AIA DI ORNAN, IL GEBUSEO.
1 Cr 21:20-ORNAN, VOLTANDOSI, VIDE L’ANGELO;  E I SUOI QUATTRO FIGLI CHE ERANO CON LUI SI NASCOSERO.  ORNAN STAVA BATTENDO IL GRANO.
1 Cr 21:27-POI IL SIGNORE COMANDO’ ALL’ANGELO DI RIMETTERE LA SPADA NEL FODERO.
1 Cr 21:30-DAVIDE NON POTEVA ANDARE DAVANTI A QUELL’ALTARE A CERCARE DIO, PER LO SPAVENTO CHE GLI AVEVA CAUSATO LA SPADA DELL’ANGELO DEL SIGNORE.
2 Cr 32:21-IL SIGNORE MANDO’ UN ANGELO CHE STERMINO’ NELL’ACCAMPAMENTO DEL RE D’ASSIRIA TUTTI GLI UOMINI FORTI E VALOROSI, I PRINCIPI E I CAPI.  IL RE SE NE TORNO’ SVERGOGNATO AL SUO PAESE.  COME FU ENTRATO NELLA CASA DEL SUO DIO, I SUOI PROPRI FIGLI LO UCCISERO’ LA’ CON LA SPADA.
Sl 34:7-L’ANGELODEL SIGNORE SI ACCAMPA INTORNO A QUELLI CHE LO TEMONO, E LI LIBERA.
Sl 35:5-SIANO COME PULA AL VENTO, E L’ANGELO DEL SIGNORE LI SCACCI.
Sl 35:6-SIA LA LORO VIA TENEBROSA E SDRUCCIOLEVOLE, E L’ANGELO DEL SIGNORE LI INSEGUA.
Ec 5:6-4-NON PERMETTERE ALLA TUA BOCCA DI RENDERTI COLPEVOLE;  NON DIRE DAVANTI AL MESSAGGERO DI DIO:  E’ STATO UNO SBAGLIO.  DIO DOVREBBE FORSE ADIRARSI PER LE TUE PAROLE E DISTRUGGERE L’OPERA DELLE TUE MANI?
Is 37:36-L’ANGELO DEL SIGNORE USCI’ E COLPI’, NEL CAMPO DEGLI ASSIRI, CENTOTTANTACINQUEMILA UOMINI, E QUANDO LA GENTE SI ALZO’ LA MATTINA, ECCOVI TANTI CADAVERI.
Is 63:9-IN TUTTE LE LORO ANGOSCE, NON FU UN INVIATO, NE’ UN ANGELO MA LUI STESSO A SALVARLI, NEL SUO AMORE E NELLA SUA BENEVOLENZA EGLI LI RIDENSE, SE LI PRESE SULLE SPALLE E LI PORTO’ TUTTI I GIORNI DEL PASSATO.
Da 3:28-NABUCODONOSOR PRESE A DIRE:  BENEDETTO SIA IL DIO DI SADRAC, DI MESAC, E DI ABED-NEGO, IL QUALE HA MANDATO IL SUO ANGELO E HA LIBERATO I SUOI SERVI CHE HANNO CONFIDATO IN LUI, HANNO TRASGREDITO L’ORDINE DEL RE, HANNO ESPOSTO I LORO CORPI PER NON SERVIRE NE’ ADORARE ALCUN ALTRO DIO CHE IL LORO.
Da 6:22-IL MIO DIO HA MANDATO IL SUO ANGELO CHE HA CHIUSO LA BOCCA DEI LEONI;  ESSI NON MI HANNO FATTO NESSUN MALE PERCHE’ SONO STATO TROVATO INNOCENTE DAVANTI A LUI;  E ANCHE DAVANTI A TE, O RE, NON HO FATTO NIENTE DI MALE.
Os 12:5-LOTTO’ CON L’ANGELO E RESTO’ VINCITORE;  EGLI PIANSE E LO SUPPLICO’.  A BETEL LO TROVO’, LA’ EGLI PARLO’ CON NOI.
Za 1:9-IO DISSI:  CHE SIGNIFICANO QUESTE COSE, MIO SIGNORE?  L’ANGELO CHE PARLAVA CON ME MI DISSE:  IO TI FARO’ VEDERE CHE COSA SIGNIFICANO QUESTE COSE.
Za 1:11-QUELLI SI RIVOLSERO ALL’ANGELO DEL SIGNORE CHE STAVA FRA LE PIANTE DI MIRTO E DISSERO:  NOI ABBIAMO PERCORSO LA TERRA, ED ECCO TUTTA LA TERRA E’ IN RIPOSO E TRANQUILLA.
Za 1:12-ALLORA L’ANGELO DEL SIGNORE DISSE:  SIGNORE DEGLI ESERCITI, FINO A QUANDO RIFIUTERAI DI AVERE PIETA’ DI GERUSALEMME E DELLE CITTA’ DI GIUDA, CONTRO LE QUALI SEI STATO INDIGNATO DURANTE QUESTI SETTANT’ANNI?
Za 1:13-E IL SIGNORE RIVOLSE ALL’ANGELO CHE PARLAVA CON ME, DELLE BUONE PAROLE, DELLE PAROLE DI CONFORTO.
Za 1:14-ALLORA L’ANGELO CHE PARLAVA CON ME DISSE:  GRIDA E DI’:  COSI’ PARLA IL SIGNORE DEGLI ESERCITI:  IO PROVO UNA GRAN GELOSIA PER GERUSALEMME E PER SION.
Za 1:19-CHIESI ALL’ANGELO CHE PARLAVA CON ME:  CHE SIGNIFICANO QUESTE CORNA?  EGLI MI RISPOSE:  QUESTE SONO LE CORNA CHE HANNO DISPERSO GIUDA, ISRAELE E GERUSALEMME.
Za 2:3-ED ECCO, L’ANGELO CHE PARLAVA CON ME SI FECE AVANTI E UN ALTRO GLI ANDO’ INCONTRO
Za 3:1-MI FECE VEDERE IL SOMMO SACERDOTE GIOSUE’, CHE STAVA DAVANTI ALL’ANGELO DEL SIGNORE, E SATANA CHE STAVA ALLA SUA DESTRA PER ACCUSARLO.
Za 3:3-GIOSUE’ ERA VESTITO DI VESTI SUDICIE, E STAVA DAVANTI ALL’ANGELO.
Za 3:5-ALLORA IO DISSI:  GLI SIA MESSO SUL CAPO UN TURBANTE PULITO!  QUELLI GLI POSERO SUL CAPO UN TURBANTE PULITO E GLI MISERO DELLE VESTI;  L’ANGELO DEL SIGNORE ERA PRESENTE.
Za 3:6-POI L’ANGELO DEL SIGNORE FECE A GIOSUE’ QUESTO SOLENNE AMMONIMENTO:
Za 4:1-L’ANGELOCHE PARLAVA CON ME TORNO’ E MI SVEGLIO’, COME SI SVEGLIA UN UOMO DAL SONNO.
Za 4:4-IO RIPRESI A DIRE ALL’ANGELO CHE PARLAVA CON ME:  CHE SIGNIFICANO QUESTE COSE, MIO SIGNORE?
Za 4:5-L’ANGELOCHE PARLAVA CON ME RISPOSE:  NON SAI CHE COSA SIGNIFICANO QUESTE COSE?  IO DISSI:  NO, MIO SIGNORE.
Za 5:5-L’ANGELOCHE PARLAVA CON ME USCI’ E MI DISSE:  ALZA GLI OCCHI E GUARDA CHE COSA ESCE LA’.  
Za 5:10-IO CHIESI ALL’ANGELO CHE PARLAVA CON ME:  DOVE PORTANO L’EFA?
Za 6:4-IO CHIESI ALL’ANGELO CHE PARLAVA CON ME:  CHE SIGNIFICANO QUESTE COSE, MIO SIGNORE?
Za 6:5-L’ANGELOMI RISPOSE:  QUESTI SONO I QUATTRO VENTI DEL CIELO, CHE ESCONO DOPO ESSERSI PRESENTATI AL SIGNORE DI TUTTA LA TERRA.
Za 12:8-IN QUEL GIORNO IL SIGNORE PROTEGGERA’ GLI ABITANTI DI GERUSALEMME;  COLUI CHE FRA LORO VACILLA SARA’, IN QUEL GIORNO, COME DAVIDE;  LA CASA DI DAVIDE SARA’ COME DIO, COME L’ANGELO DEL SIGNORE DAVANTI A LORO.

4-QUASI TUTTE LE SCRITTURE DELL'ANTICO TESTAMENTO CHE USANO LE PAROLE ANGELI

Ge 19:1-I DUE ANGELI GIUNSERO A SODOMA VERSO SERA.  LOT STAVA SEDUTO ALLA PORTA DI SODOMA;  COMW LI VIDE, SI ALZO’ PER ANDAR LORO INCONTRO, SI PROSTRO’ CON LA FACCIA A TERRA.
Ge 19:15-QUANDO L’ALBA COMINCIO’ AD APPARIRE, GLI ANGELI SOLLECITARONO LOT, DICENDO:  ALZATI, PRENDI TUA MOGLIE E LE TUE FIGLIE CHE SI TROVANO QUI, PERCHE’ TU NON PERISCA NEL CASTIGO DI QUESTA CITTA’.
Ge 28:12-FECE UN SOGNO:  UNA SCALA POGGIAVA SULLA TERRA, MENTRE LA SUA CIMA TOCCAVA IL CIELO;  E GLI ANGELI DI  DIO SALIVANO E SCENDEVANO PER LA SCALA.
Ge 32:1-GIACOBBE CONTINUO’ IL SUO CAMMINO E GLI VENNERO INCONTRO DEGLI ANGELI DI DIO.
Gb 4:18-ECCO, DIO NON SI FIDA DEI SUOI SERVI, E TROVA DIFETTI NEI SUOI ANGELI.
Sl 8:5-EPPURE TU L’HAI FATTO SOLO DI POCO INFERIORE A DIO, E L’HAI CORONATO DI GLORIA E D’ONORE.
Sl 68:17-I CARRI DI DIO SI CONTANO A MIRIADI E MIRIADI, A MIGLIAIA DI MIAGLIAIA, IL SIGNORE VIENE DAL SINAI NEL SANTUARIO.
Sl 78:25-ESSI MANGIARONO IL PANE DEI POTENTI;  EGLI MANDO’ LORO CIBO A SAZIETA’.
Sl 78:49-SCATENO’ SU DI LORO IL FURORE DEL SUO SDEGNO, IRA, INDIGNAZIONE E TRIBOLAZIONE, UNA MOLTITUDINE DI MESSAGGERI DI SVENTURE.
Sl 91:11-POICHE’ EGLI COMANDERA’ AI SUOI ANGELI DI PROTEGGERTI IN TUTTE LE TUE VIE.
Sl 103:20-BENEDITE IL SIGNORE, VOI SUOI ANGELI, POTENTI E FORTI, CHE FATE CIO0 CH’EGLI DICE, UBBIDIENTI ALLA VOCE DELLA SUA PAROLA!
Sl 104:4-FA DEI VENTI I SUOI MESSAGGERI, DELLE FIAMME DI FUOCO I SUOI MINISTRI.
Sl 148:2-LODATELO, VOI TUTTI I SUOI ANGELI, LODATELO, VOI TUTTI I SUOI ESERCITI!

CLICCA QUI PER—APOSTOLI
CLICCA QUI PER —INFORMAZIONE DIRITTO D' AUTORE